La granigliatura Rösler: leader tecnologico nella lavorazione superficiale meccanica

Durate utili maggiori, tempi di manutenzione ridotti, sicurezza di processo ottimizzata

La granigliatura è un trattameto superficiale a freddo che consiste nel lanciare un mezzo, la graniglia, contro la superficie del componente da lavorare.
La graniglia, differente per forme, dimensioni e materiali, viene accelerata per forza centrifuga nelle macchine a turbina, per aspirazione o pressione nelle macchine ad aria.
Il termine granigliatura include due processi simili per principio ma profondamente diversi per obiettivo: la sabbiatura e la pallinatura, quest’ultima nota anche con il termine inglese shot peening.
La sabbiatura è un processo che che ha come scopo la modifica delle caratteristiche superficiali del componente. L’impatto della graniglia con il componente genera un’abrasione che ne altera la rugosità, la finitura estetica, sbava, rimuove tracce di sabbia da fonderia, di calamina, di ossidazioni, di vernice, di saldatura, etc.
La pallinatura è invece un processo che ha come scopo la modifica delle caratteristiche meccaniche del componente, perché ne altera le tensioni superficiali generando un aumento della resistenza a fatica.

Intelligenti, innovativi, di lunga durata - Gli impianti di granigliatura Rösler

La tecnologia di granigliatura Rösler convince grazie alla costruzione intelligente, i dettagli innovativi e i componenti dalla durata utile particolarmente lunga. La gamma impianti Rösler comprende sia macchinari di granigliatura ad aria compressa sia per la granigliatura con turbine altamente efficienti. Gli impianti di granigliatura a turbine sono particolarmente conosciute e apprezzate per il loro ridotto consumo energetico, la loro vasta copertura e per l'ottenimento di superfici uniformi. Gli impianti di granigliatura a iniettori e aria compressa mostrano i loro punti di forza sia nell'impiego automatizzato sia manuale, in applicazioni su superfici piccole e laddove sia necessario un risultato ultrapreciso. Inoltre, consentono l’utilizzo di mezzi di granigliatura altamente abrasivi che non possono essere utilizzati con le turbine come il corindone e il carburo di silicio oppure perle di vetro e granulati plastici fini.