Un’innovativa soluzione robotizzata: un processo di vibrofinitura totalmente automatico

Un’innovativa soluzione robotizzata
Il nuovo processo di vibrofinitura ad alta frequenza (HFF) produce risultati di sbavatura e lucidatura eccellenti e assolutamente ripetibili in tempi ciclo molto brevi.
processo di vibrofinitura ad alta frequenza (HFF)
Il robot preleva quattro componenti alla volta dal nastro trasportatore e ne gestisce la movimentazione nel corso delle fasi di sgrassaggio, finitura ad alta frequenza, risciacquo e soffiaggio.

Pulizia, sbavatura e lucidatura di componenti delicati in alluminio

Da anni un nostro cliente utilizza la tecnologia della vibrofinitura per sbavare e lucidare i propri componenti di precisione in alluminio, particolarmente delicati. Finora, però, era sempre stato necessario proteggere i pezzi da eventuali collisioni durante il processo di finitura, con un procedimento manuale che richiedeva tempo e denaro. Questo problema è stato risolto installando un innovativo sistema di pulizia, sbavatura e lucidatura totalmente automatizzato, in grado di trattare una trentina di componenti diversi senza che essi entrino mai in contatto gli uni con gli altri. Una sfida che ha richiesto a Rösler di sviluppare non solo un concetto di movimentazione dedicato, ma anche un metodo di vibrofinitura del tutto nuovo, con il sistema di finitura ad alta frequenza (HFF).

Operazioni totalmente automatiche
Al cuore di questo straordinario impianto completamente automatizzato si trova un robot dotato di un sistema di presa che vibra a frequenze elevate durante il trattamento; diversi sistemi di presa sono utilizzabili a seconda della geometria e delle dimensioni del pezzo. Dopo essere stati lavorati, i componenti sono posizionati su un nastro trasportatore in una posizione predefinita per raggiungere il sistema di finitura, dove il robot li preleva quattro alla volta. Durante la prima fase (sgrassaggio e pulizia), il robot immerge i componenti in una vasca di lavaggio. Successivamente, ha luogo il processo di vibrofinitura ad alta frequenza, che include anche una fase di risciacquo e soffiaggio. Infine, il robot ricolloca i componenti in alluminio sul nastro trasportatore, che li invia alla fase di lavorazione successiva.

Finitura ad alta frequenza: risultati di finitura eccellenti e ripetibili in tempi ridotti
Nel corso del processo di finitura ad alta frequenza, il robot immerge delicatamente il proprio sistema di presa, in grado di vibrare a frequenze elevate e sul quale sono montati fino a quattro componenti alla volta, all'interno di una vasca di lavoro riempita con media sferici di acciaio inox. La vibrazione della pinza di presa a 3000 rpm e il movimento dei media indotto dal motovibratore di cui è dotata la vasca producono un flusso di media intenso e omogeneo sull'intera superficie del pezzo. Durante il processo di finitura, il robot è anche in grado di estrarre il componente in lavorazione dalla vasca per ruotarlo con un'angolazione predefinita e successivamente reimmergerlo. Questi due movimenti dei media indipendenti tra loro, in combinazione con i composti e i media stessi appositamente messi a punto per questo processo, garantiscono risultati di sbavatura e lucidatura eccellenti e assolutamente ripetibili in tempi ciclo molto brevi.
A seconda delle dimensioni e forma dei componenti da trattare, l'intero processo, incluso il prelievo dal nastro trasportatore e il successivo riposizionamento, richiede dai 180 ai 300 secondi.